MILE SCHOOL E LA PLUSDOTAZIONE

Al via il progetto in collaborazione con l'università di Pavia

MILE School è da sempre attenta alle strategie pedagogiche più innovative ed efficaci volte all’apprendimento e allo sviluppo cognitivo dei suoi studenti.

Per questo motivo, dopo avere svolto attività di ricerca durante lo scorso anno scolastico, la Fondatrice Adriana Sorbellini ha deciso di promuovere un progetto focalizzato sulla plusdotazione in partnership con l’Università di Pavia, l’Ateneo italiano maggiormente impegnato in tali studi e costantemente collegato a realtà accademiche internazionali che si occupano di questo tema.

La scelta della Dott.ssa Sorbellini nasce infatti dalla consapevolezza che il fenomeno della plusdotazione (giftedness) risulta ancora scarsamente conosciuto nel nostro Paese, nonostante si stimi che in Italia circa il 5-8% dei bambini mostri prestazioni al di sopra della media. Uno dei pregiudizi più comuni è rappresentato dall’idea che possedere un alto potenziale cognitivo comporti una garanzia di successo nella vita. In realtà il bambino plusdotato svilupperà il suo potenziale se e solo se viene precocemente identificato e il suo percorso accademico viene supportato.

Gli individui ad alto potenziale cognitivo spesso nei contesti scolastici ed educativi non trovano le giuste risposte ai loro interessi e bisogni di conoscenza. Allo stesso tempo si trovano frequentemente a dover gestire situazioni di disagio socio-emotivo e di esclusione da parte dei loro pari. Il disagio coinvolge anche le persone vicine, come i genitori.

L’alto potenziale può rappresentare un rischio sotto diversi punti di vista, ma è anche un’eccezionale opportunità, per il singolo bambino e per l’intera società.

MILE School ha deciso di avviare per i propri studenti plusdotati un percorso ad hoc dedicato, indirizzato non solo agli studenti, ma anche le famiglie e docenti di MILE School. Il primo passo è statoo l’incontro aperto alla comunità con la Prof.ssa Maria Assunta Zanetti, Professore Associato di Psicologia dello Sviluppo presso l’Università di Pavia, luminare italiano nell’ambito della plusdotazione