Sportello scolastico "AscoltaMI"

A supporto del benessere degli studenti nel contesto scolastico

Da lunedì  23 ottobre sarà riattivato presso MILE School Primary e  MILE School Middle il Servizio di sportello scolastico “AscoltaMI”. Questa iniziativa, nata grazie alla collaborazione con il LabTalento dell’Università degli Studi di Pavia, nasce dalla volontà di fornire un punto di ascolto, informazione e consulenza finalizzato al miglioramento della qualità della vita scolastica.

Nonostante lo sportello scolastico sia stato istituito nel nostro Paese diversi anni fa, non sono ancora molte le scuole che, in Italia, offrono questo Servizio. L’obiettivo finale è quello di promuovere il benessere all’interno del contesto scolastico e di sostenere gli studenti nei loro compiti di sviluppo, specifici di ogni ciclo di studi. Nello specifico, nel corso degli anni della Scuola Primaria ai bambini viene chiesto di affrontare determinati compiti evolutivi, che riguardano prevalentemente la sfera degli apprendimenti e quella relazionale. Rientrano nella prima l’acquisizione della letto-scrittura e delle abilità di calcolo e l’assimilazione di quelle regole di comportamento che riguardano lo “stare bene in un gruppo”. Fanno invece parte della seconda sfera la socializzazione con i pari, la condivisione degli spazi e l’instaurazione di relazioni, spesso significative da un punto di vista emotivo, con nuovi adulti di riferimento. Rispetto a questa fase di sviluppo, lo psicologo scolastico può rappresentare un valido interlocutore, ad esempio, nei casi in cui un alunno presenti difficoltà negli apprendimenti e/o nell’integrarsi all’interno del gruppo dei pari, manifesti comportamenti problematici di tipo sia internalizzante (ansia, ritiro sociale, lamentele somatiche) sia 2 esternalizzante (comportamento aggressivo o di trasgressione delle regole) oppure trovi difficoltoso mantenere adeguati livelli di attenzione e di concentrazione.

Negli anni della Scuola Secondaria di primo grado, gli studenti hanno invece il compito di affrontare i cambiamenti fisiologici e corporei tipici dell’età adolescenziale, di sentirsi parte di un gruppo di pari, di costruire legami sentimentali significativi e di affrontare i primi approcci alla sessualità. In questa fase dello sviluppo, i ragazzi potrebbero essere confusi e in difficoltà nella strutturazione di una immagine di sé integrata e coerente, che tenga assieme i messaggi ricevuti dai diversi contesti (scuola, famiglia e gruppo dei pari) e potrebbero avere difficoltà nella costruzione della propria identità sessuale. Inoltre, il progressivo emergere delle capacità logico-astratte se da un lato permette al ragazzo di meglio comprendere i sistemi valoriali di riferimento, dall’altro, può portare l’adolescente ad assumere un atteggiamento maggiormente critico nei confronti delle regole. In ambito scolastico, i ragazzi potrebbero inoltre apparire poco motivati allo studio o confusi su quali studi successivi intraprendere. In entrambi gli ordini di studi, lo psicologo scolastico può aiutare genitori e insegnanti, ed eventualmente il bambino/ragazzo stesso, a leggere e interpretare i dati relativi a diagnosi ricevute, che attestano la presenza, nel bambino/ragazzo, di difficoltà o disturbi a livello cognitivo e/o socio-emotivo. Lo psicologo può inoltre offrire il proprio sostegno professionale in casi di aggressività tra pari, di conflittualità nella relazione docente-studente e nel facilitare l’alleanza scuola-famiglia. In generale, lo psicologo scolastico risulta essere una figura di fondamentale importanza al fine di sostenere il bambino e l’adolescente nella progressiva costruzione di un personale senso di competenza, di efficacia e di coscienza di sé che potrà aiutarlo nelle fasi di sviluppo successive.

Le mansioni dello psicologo scolastico fanno principalmente riferimento ad attività di informazione, prevenzione, sostegno e consulenza rivolta a tutte le componenti della Scuola – alunni, genitori e docenti – e svolte nel rispetto della tutela della privacy e del segreto professionale. Tra le funzioni dello sportello, lo psicologo potrà inoltre svolgere degli interventi nelle classi, partecipare ad attività di organizzazione scolastica e creare reti di collaborazione con Enti/professionisti che operano nel territorio.

Il Servizio è offerto gratuitamente da MILE School e si propone di favorire efficacemente il raggiungimento degli obiettivi educativi e orientativi, svolgere attività informative e offrire sostegno e consulenza per difficoltà individuali, relazionali e/o scolastiche, al fine di promuovere il benessere, sia individuale, sia del gruppo-classe.

Lo Sportello, con una cadenza settimanale, sarà attivo per le famiglie, gli alunni e gli insegnanti e sarà tenuto da una psicologa specializzata in psicologia dello sviluppo e dell’educazione. L’accesso al Servizio potrà avvenire in maniera individuale, in piccoli gruppi o gruppi più estesi (collegio docenti, incontri con genitori e/o studenti) via e-mail.